A.L.I.C.E. onlus
blog & news

Giunta a Courmayeur la carovana ALICe

Giunta a Courmayeur la carovana dei volontari di ALICe. Alla partecipata serata informativa del 19, ha fatto seguito la mattinata di screening, organizzata presso il Centro Congressi. 
 Grazie al lavoro dei volontari e dei medici dell'associazione sono stati effettuati circa 300 esami tra cui misurazione della pressione arteriosa, del colesterolo totale, glicemia, valutazione del rischio, ricerca della fibrillazione atriale mediante Afib ed screening della placca carotidea con ecodoppler, acquistato di recente, grazie anche al contributo del Rotary Club di Aosta.
Molto apprezzata l'iniziativa, soprattutto da parte dei numerosi turisti, provenienti dal Piemonte, Liguria e Lombardia, che hanno elogiato l'attività di prevenzione dell'associazione.
“Rispetto a qualche anno fa” ha detto il dr. Giuseppe D'Alessandro “le persone che partecipano a questo tipo di iniziative dimostrano sempre più attenzione nei confronti del loro stato di salute e nel controllo dei fattori di rischio vascolare. Purtroppo, il colesterolo resta sempre il principale determinante non controllato. Molti sanno di avere valori alti, ma pochi si attengono ai consigli dietetici e farmacologici dei loro medici. L'ipercolesterolemia contribuisce al deposito di grassi all'interno dei vasi, prima a livello coronarico e successivamente a livello carotideo. Pertanto, il suo controllo è molto importante. Alcuni assumono i cosiddetti integratori dietetici che, nella migliore delle ipotesi, quando riducono il livelli del colesterolo, non fanno altro che comportarsi come dei veri e propri farmaci. Il problema è che spesso questi prodotti non garantiscono, nonostante il costo, un contenuto adeguato dei principi attivi. Il modo migliore per tenere sotto controllo i livelli del colesterolo è quello di ridurre i grassi dalla dieta e, quindi, di evitare formaggi, insaccati, affettati, uova, panna e prodotti che li contengono. Ma è più comodo prendere la pillola, soprattutto se spacciata come naturale che adeguare il il proprio regime alimentare”.
Terza tappa della carovana sarà Cogne. In programma per l'11 Agosto serata informativa su come riconoscere i sintomi di esordio dell'ictus, prevenzione e cura in fase acuta. Il giorno successivo, giornata di screening. Parteciperanno oltre al Presidente dell'associazione, Lorella Zani, i medici del reparto di Neurologia e Unità Ictus dell'ospedale di Aosta, Giuseppe D'Alessandro, responsabile, Guido Giardini, dirigente medico.

Nelle foto alcuni momenti dell'iniziativa con i partecipanti che vengono sottoposti ai controlli da parte dei volontari e medici.  

Campagna itinerante di informazione, sensibilizzazione e prevenzione dell'Ictus sostenuta dal Rotary Club di Aosta

Pubblico numeroso e attento quello che ha partecipato all’incontro organizzato da ALICe Ictus presso il Maserati Center di Courmayeur, a cui sono intervenuti la Presidente dell’Associazione Lorella Zani, Giuseppe D’Alessandro, Responsabile della Struttura Complessa di Neurologia e Stroke Unit/Unità Ictus dell’Ospedale di Aosta, e Giovanni Corso, dirigente medico, referente del Centro Ictus della medesima struttura.  
Nel corso dell’incontro, che fa parte di una campagna di informazione e di screening sull’Ictus Cerebrale organizzata dall’associazione in diversi comuni periferici della Valle d’Aosta, in sintonia con quanto richiesto dal Rotary Club di Aosta, che ha donato 5000 euro ad ALICe per l’acquisto di un ecografo portatile al fine di consentire anche a chi non abita nel capoluogo di sottoporsi a screening cerebrovascolare, si è parlato di prevenzione  terapia dell’Ictus Cerebrale. L’attenzione si è focalizzata soprattutto sui sintomi di presentazione della malattia. Essere in grado di riconoscerli e di attivare il sistema emergenza 112 può salvare una vita o ridurre la disabilità se si arriva in tempo utile in Ospedale” ha detto il Neurologo dr. D’Alessandro.
“Oggi l’Ospedale di Aosta dispone di attrezzature e personale in grado di rimuovere il trombo che ha causato l’ictus e quindi di  ripristinare la circolazione Cerebrale e se questo avviene nelle prime ore i risultati sono quasi miracolosi” ha proseguito il dr. Corso. Comunque la prevenzione resta sempre  l’arma più efficace e saperla mettere in atto la strategia più economica.  
I partecipanti sono stati pertanto invitati a partecipare alla giornata di screening organizzata per sabato 22 ore 9.00 , presso il Centro Congressi di Courmayeur, nel corso della quale ai partecipanti saranno effettuati a cura dei volontari e dei medici dell’associazione, la misurazione della pressione, della glicemia, del colesterolo,
la valutazione del rischio  di ictus, e lo screening della fibrillazione atriale e l’ecocodoppler delle carotidi.
Questa giornata segue ad una iniziativa simile organizzata a meta Giugno presso il Comune di Champorcher e precede quella in programma per le ore 21 dell’11 e le 8.30 del 12 Agosto a Cogne a cui parteciperà anche il dr. Guido Giardini sempre del reparto di Neurologia.  In programma altre serate ed incontri al rientro dalle vacanze estive sono previste a Verres, Chatillon,  Villair di Quart e Gignod.