A.L.I.C.E. onlus
blog & news

Rinnovato il consiglio direttivo di Alice. Zani nuovo presidente, Chastres vice.


Rinnovato il consiglio direttivo di Alice Onlus VDA Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale della Valle d’Aosta. Sono stati eletti:
Presidente Sig.ra Zani Lorella (al centro nella foto con gli occhiali), già vice-presidente e socio fondatore di Alice.Vice-Presidente sig.ra Chastres Sandra Graçiela (alla sinistra del neo presidente), consigliere e referente sezione Ictus Donne.
Consiglio direttivo: Canepa Alberto (ultimo a sinistra), Simone Carla (con la maglia rossa), Favario Guido (penultimo sulla sn), Petitpierre Paola.
Referente scientifico: Dr. Marco Bacchieri Cortesi.
Come previsto dallo statuto è stata creata anche una nuova sezione denominata “Alice emicrania” il cui responsabile è stato individuato nella figura del dr. Giuseppe D’Alessandro (primo a dx).


Il rinnovo del consiglio direttivo e la nomina dei nuovi rappresentanti di Alice segna una svolta epocale e realizza il progetto iniziale dell’associazione, cioè quello di consegnare l’organizzazione ai veri rappresentanti dei malati e dei familiari colpiti da ictus cerebrale; valorizza la figura dei referenti scientifici in funzione delle loro competenze specifiche; garantisce inoltre i principi dell’alternanza e delle pari opportunità:sia il presidente che il vice sono donne e non medici.
“Non si può restare aggrappati ad un progetto per tutta la vita e identificarsi con esso. E’ quanto ha detto il presidente di Alice VDA, nonché fondatore e ideatore di Alice in Italia, dr. Giuseppe D’Alessandro. L’associazione deve essere rappresentata dai pazienti o dai loro familiari in quanto loro soltanto e soltanto loro sono consapevoli e coscienti delle esigenze e delle carenze assistenziali e quindi possono farsi carico delle istanze e della tutela dei diritti delle persone coinvolte dalla malattia. Alice è un’associazione di pazienti e familiari. Eventuali figure professionali prestano transitoriamente la loro opera affinché gli interessati possano trovare la forza e le modalità per organizzarsi”.
Ringrazio tutti coloro che in questi 13 anni direttamente col loro sostegno e partecipazione attiva o indirettamente con contributi e incoraggiamenti hanno consentito all’associazione di raggiungere il livello di altre associazioni di volontariato più organizzate e presenti sulla scena locale e nazionale da diversi decenni. Abbiamo recuperato in pochi anni tradizione e affidabilità. L’augurio al nuovo consiglio direttivo di Alice è di proseguire nel segno della continuità e dell’innovazione puntando soprattutto ad incentivare i progetti di tutela e di assistenza nei confronti delle persone bisognose.